MERLINO

Secondo Jean Markale

<<È il mio personaggio preferito>>.

Merlino <<rifiuta la distinzione classica tra male assoluto e bene assoluto: è bianco e nero, è il risultato di un paradosso. Ha i poteri del diavolo, ma questi poteri sono trasformati a favore dell'umanità, a volte prende strade molto curiose, e immorali anche... Ma i disegni di Dio sono sempre impenetrabili, Merlino è colui che vede l'avvenire, che beneficia di questo dono della profezia e che si è incaricato di risvegliare le coscienze. Ogni volta che gli viene posta una domanda, Merlino si mette a ridere. Perché? Perché chi pone la domanda conosce già la risposta, ma non vuole o non può saperla e Merlino obbliga chi pone la domanda a compiere un'operazione intellettuale e a rispondere lui stesso>>.

[da http://www.cafeletterario.it/interviste/markale.html]